Analisi Di Pengwin Sulle Favorite Del Gruppo B Di Euro 2024
 | Mondo PengWin
menu

Guida Europei 2024 - Pronostici sulle favorite di Pengwin

Analisi di Pengwin sulle favorite del Gruppo B di Euro 2024


Analisi completa dei Gruppi di Euro 2024. Scopri i pronostici di Pengwin sulle favorite del Gruppo B con Italia, Spagna, Croazia e Albania.

Ti sei perso le analisi complete di Kristian Pengwin e di Sandro Sabatini che analizzano tutte le squadre, le favorite e le possibili sorprese degli Europei 2024? Scopri tutti gli approfondimenti qui 

EUROPEI 2024, GRUPPO B: ITALIA, SPAGNA, CROAZIA, ALBANIA

 

Italia ITALIA

 

Numeri e Storia

L’Italia si presenta a Euro 2024 da campione in carica, in virtù dello straordinario trionfo della passata edizione, che ha interrotto un digiuno di 52 anni (il primo, e fino ad allora unico, campionato d’Europa era stato vinto nel 1968). Il percorso di qualificazione non è stato semplice, in virtù di un testa a testa con l’Ucraina deciso all’ultima giornata. Il gap dall’Inghilterra, prima nel girone, è apparso evidente e risulta difficile ipotizzare un percorso come quello mostrato a Euro 2020. Nell’undicesima partecipazione della spedizione azzurra agli Europei, l’obiettivo minimo è un quarto di finale, ma attenzione al percorso dei ragazzi di Spalletti: uno snodo cruciale potrebbe essere proprio il match di apertura con l’Albania, fondamentale per prendere fiducia e partire con il piede giusto. L’accoppiata in ordine Spagna-Italia, con gli azzurri alle spalle delle Furie Rosse, quota 3.40, mentre proiettandosi in avanti un’eventuale qualificazione ai quarti di finale vale 1,85 volte la posta.

 

Modulo e Allenatore

Il commissario tecnico è Luciano Spalletti, alla guida degli azzurri dal 2023, e reduce dal sorprendente scudetto conquistato con il Napoli. Il tecnico di Certaldo è un uomo di esperienza, che sa gestire lo spogliatoio nei momenti più delicati, trasmettendo fiducia ai propri calciatori. I moduli principali sono il 4-2-3-1, con i trequartisti alle spalle dell’unica punta, oppure il 3-4-2-1, con una difesa a tre, anche se gli infortuni di Scalvini e Acerbi potrebbero influenzare le scelte del CT. L’elemento comune è la probabile titolarità di Scamacca, chiamato a caricarsi la nazionale sulle spalle.

 

La Stella e il Goleador

La stella potrebbe essere rappresentata da Chiesa, grande protagonista ad Euro 2020, ma apparso troppo discontinuo nell’ultima stagione. Da valutare anche le condizioni di Barella, assoluta certezza del centrocampo azzurro negli ultimi anni: se il classe ’97 ritroverà la migliore forma, il valore del reparto mediano si alzerà esponenzialmente. Molto dipenderà anche dalla resa di alcuni calciatori alla prima esperienza su questo palcoscenico, come ad esempio Buongiorno, Cambiaso e lo stesso Scamacca, reduce da ottimi mesi, ma con pochissimi gettoni in nazionale. Anche Retegui è un’incognita: tanta grinta, ma probabilmente minor talento. Occhi puntati su Fagioli, che proverà a scacciare le critiche ricevute dopo la convocazione.

 

Spagna SPAGNA

 

Numeri e Storia

La Spagna è reduce da un mondiale deludente, culminato con l’eliminazione agli ottavi di finale inflitta dal Marocco. Era ancora la nazionale di Luis Enrique, poi sostituito da De la Fuente. La Roja costruisce molto in zona offensiva, come dimostrano i 25 gol segnati nelle 8 partite di qualificazione (oltre 3 in media a match): tante reti, ma anche numerose chance sprecate. Le Furie Rosse si esaltano quando affrontano squadre tecnicamente inferiori, mentre soffrono le formazioni più fisiche. Nel 2023, la Spagna ha trionfato nella UEFA Nations League, mostrando segnali importanti in vista di Euro 2024: nella dodicesima partecipazione ad un campionato europeo, l’obiettivo è centrare il quarto successo, dopo le vittorie ottenute nel 1964, 2008 e 2012. La Roja punta al primo posto del girone, ampiamente alla portata: la quota si aggira intorno all’1,80.

 

 

Modulo e Allenatore

La Spagna è guidata da Luis De la Fuente, promosso al comando della selezione iberica, dopo aver allenato l’Under 21 dal 2018. La rosa è giovane, talentuosa, con un modo di esprimersi tipicamente spagnolo: tanto possesso palla, qualità e rapidità in zona offensiva. Il modulo maggiormente utilizzato è il 4-3-3, con una punta centrale (Morata favorito su Oyarzabal e Joselu) e due esterni di grande corsa, come Torres e Yamal.

 

La Stella e il Goleador

Le Furie Rosse si presentano ai nastri di partenza con un mix di giocatori di esperienza che incarnano lo spirito iberico, come Carvajal (protagonista nella finale di Champions League) e Morata, e una serie di ragazzi giovani, che hanno entusiasmato e sono pronti a prendersi la scena. Ne è un esempio Lamine Yamal, talento cristallino del Barcellona, reduce da un’annata straordinaria. Forse mancano certezze nel classico numero nove: Morata si è espresso su ottimi livelli nella prima fase di stagione, salvo poi calare nella seconda parte. A tal proposito, Joselu rappresenta un’ottima alternativa: non è stato chiamato in causa molto spesso dal Real Madrid, ma quando è subentrato ha lasciato il segno.

 

Croazia CROAZIA

 

Numeri e Storia

La Croazia si presenta ad Euro 2024 reduce da ottimi risultati nelle precedenti manifestazioni internazionali. Negli ultimi anni, infatti sono state conquistate due medaglie d’argento (Russia 2018 e Nations League 2023) e il terzo posto in Qatar. Negli scorsi campionati europei, i croati sono stati eliminati agli ottavi contro la Spagna, conquistando una sola vittoria nel confronto con la Scozia. Nelle 6 partecipazioni agli Europei, il miglior risultato è giunto nel 1996 e nel 2008, quando il percorso si è interrotto ai quarti di finale. La Croazia si è qualificata ad Euro 2024 piazzandosi al secondo posto nel girone, alle spalle della Turchia, frutto di 16 punti (5 vittorie in 8 partite) e soli 4 gol subiti, mostrando un’efficace solidità difensiva. La Croazia può mettere in difficoltà l’Italia, in un girone che si preannuncia equilibrato. Il passaggio del turno quota 1,35, mentre il secondo posto alle spalle della favorita Spagna vale 6,50 volte la posta.

 

Modulo e Allenatore

La Croazia è guidata da Zlatko Dalić, tecnico della nazionale dal 2017. In questi sette anni, i risultati non sono mancati, soprattutto nel campionato del mondo. Tuttavia, se si pensa alla formazione ammirata nel mondiale di Russia 2018 e in Qatar 2022, i croati sembrano aver perso alcune pedine fondamentali e un po’ di freschezza. Il 4-3-3 è il modulo preferito da quando è arrivato Dalic, che non cambierà il proprio assetto tattico: dunque, ci si aspetta la solita Croazia, in quella che probabilmente rappresenta l’ultima occasione per questo gruppo storico.

 

La Stella e il Goleador

Brozovic, Modric e Kovacic formano uno dei pacchetti di centrocampo più forti del mondo e rappresentano il punto di forza della nazionale croata. Manca brillantezza sia in fase difensiva che nel reparto offensivo: è una formazione un po’ sbilanciata, ma compatta: la forza del gruppo è la solidità. Nel ruolo di prima punta, saranno Kramaric, Budimir e Petkovic a giocarsi la titolarità, con buone chance di giocare spezzoni di match: non esiste, infatti, un titolare fisso.

 

Albania ALBANIA

 

Numeri e Storia

Nella fase di qualificazione, l’Albania ha centrato sorprendentemente il primo posto nel girone, nonostante la presenza di nazionali sulla carta più blasonate, come Repubblica Ceca e, soprattutto, Polonia: una sola sconfitta in 8 partite e appena 4 reti al passivo: dunque, un percorso che dà fiducia in vista di Euro 2024. Tuttavia, l’Albania non ha mai superato il primo turno di un campionato europeo e la prima vittoria storica è arrivata nel 2016 (1-0 contro la Romania, nell’unica partecipazione fin qui), seguita dall’eliminazione ai gironi. Nella scorsa edizione, la nazionale albanese non ha partecipato ad Euro 2020, in seguito al quarto posto registrato nel girone di qualificazione. Difficile pensare ad una sorpresa, in virtù della superiorità delle altre nazionali. L’ultimo posto nel girone vale 1,35 volte la posta, mentre Albania come peggiore attacco del torneo quota 4,00.

 

Modulo e Allenatore

Il commissario tecnico dell’Albania è il brasiliano Sylvinho, subentrato a Edy Reja nel 2023: l’ex terzino sinistro di Arsenal e Barcellona punta ad un exploit, nonostante una carriera da allenatore ancora agli albori. L’obiettivo è trasmettere alla squadra la propria esperienza internazionale, per cercare di mischiare le carte, in un girone sulla carta proibitivo. Il modulo preferito è il 4-3-3, che con alta probabilità sarà confermato anche in Germania: lo schieramento privilegia un atteggiamento propositivo, in costante proiezione offensiva.

 

La Stella e il Goleador

Il leader tecnico è Asllani, anche se il centrocampista ha trovato poco spazio quest’anno nell’Inter. Per il resto, difficile individuare calciatori di caratura internazionale. Potrebbe essere la squadra che segnerà meno reti e una di quelle più battute. Diversi giocatori militano nel campionato italiano, come ad esempio Kumbulla, che dovrebbe giocare titolare, anche se è reduce da stagioni complicate. Da tenere sottocchio Broja, grande talento: potrebbe fare bene, nonostante gli infortuni dell’ultimo periodo. Complicato pensare ad un miracolo.

 

Se vuoi conoscere tutte le date e gli orari degli incontri di ogni squadra, vai al calendario degli Europei 2024.

GRUPPO B: I PRONOSTICI DI PENGWIN

Segui il video fino alla fine per conoscere i pronostici sulle favorite del Gruppo B di Kristian Pengwin! Ti ricordo che tutte le proposte antepost verranno pubblicate Mercoledì 12 Giugno nel canale telegram ufficiale Consigli del Pengwin.

Articoli correlati

Analisi di Pengwin sulle favorite del Gruppo F di Euro 2024


11-06-2024

Leggi di più

Analisi di Pengwin sulle favorite del Gruppo E di Euro 2024


10-06-2024

Leggi di più
Ricorda che il gioco è vietato ai minori di 18 anni e di giocare sempre e solo quello che puoi permetterti di perdere. Su questo portale sosteniamo un’idea di gioco responsabile e consapevole: divertirsi usando sempre la testa. Fai in modo che un’eventuale sconfitta non ti tolga mai il sorriso dal viso. Promesso?
PROMETTO